HomeMusicaGrande festa per l’apertura della nuova stagione di Spaghetti Unplugged

Grande festa per l’apertura della nuova stagione di Spaghetti Unplugged

Grande festa per l’apertura della nuova stagione di Spaghetti Unplugged

Anche quest’anno il Marmo Music Bar di San Lorenzo offre il suo palco alla maratona musicale che vede alternarsi ogni domenica nuove proposte e realtà consolidate della scena indipendente romana.L’avventura è iniziata ormai 5 anni fa al Soul Kitchen in zona Tiburtina, configurandosi come pura serata di improvvisazione “open mic”; il progetto è cresciuto nel tempo fino ad essere diventato un appuntamento fisso, un riferimento imprescindibile per gli artisti e per il pubblico della capitale.

spaghetti-4

Ogni domenica sera a Spaghetti si può assistere a più di venti esibizioni diverse in quasi sei ore di musica che spazia dall’indie al pop, dalla canzone cantautorale a quella jazz. E poi il punk, il rock e la musica sperimentale.

On stage davanti a un pubblico numerosissimo accorso per la serata d’inaugurazione con Francesco Megha e le ottime esibizioni di Castaway e Rosso Petrolio per arrivare al culmine della festa quando la inedita Spaghetti Band con la partecipazione tra gli altri di Matteo Gabbianelli dei Kutso e Scarda ha letteralmente incendiato la sala.

Abbiamo scambiato quattro chiacchere con Davide Dose, in arte Plum Cake, ideatore del format sin dalle sue origini.

spaghetti-8

Qual è l’intento di Spaghetti Unplugged? Che cosa avevi in mente quando lo hai creato? 

E’ stato qualcosa di molto spontaneo, avendo amici che suonano (e lo fanno anche bene) abbiamo voluto trasportare quest’atmosfera informale in un locale ed estendere la possibilità di suonare anche a ragazzi emergenti che magari fino a quel momento stavano sempre e solo chiusi in una sala prove. Poi pian piano visto che il progetto piaceva abbiamo deciso di portare anche artisti più affermati pur mantenendo un’atmosfera da dopo cena tra amici con la chitarra.

Quale pensi sia la forza di questa organizzazione? ormai siete un punto di riferimento a Roma?

Credo sia la voglia da parte di tutti, musicisti e pubblico, di aggregarsi e divertirsi grazie alle canzoni. Il tutto è fatto nella maniera più semplice e spontanea possibile.

Che cosa vuol dire per te creare un evento del genere come musicista e organizzatore?
Organizzo eventi di tanti tipi ma Spaghetti è qualcosa di più familiare che professionale, nel momento in cui lo organizzo lo faccio davvero a cuor leggero!

Per noi che siamo aficionados, così come per chi si approccia a Spaghetti per la prima volta, quello che colpisce è la capacità di aggregare, sopra e sotto il palco.

Spaghetti è musica e intrattenimento, è la capacità di incontrare e contaminare, dare vita a formazioni inedite, a jam inaspettate, è conoscere il nuovo e apprezzare il conosciuto in una versione tutta nuova; è incontrarsi personalmente e artisticamente, scambiare, arricchire, creare.

spaghetti-20

Proprio per questo, accanto alla possibilità di ascoltare i nomi più noti, il format offre visibilità ad artisti emergenti desiderosi di farsi conoscere dal pubblico. Il progetto “Cantera”, infatti, nato come spin-off di Spaghetti, prevede la realizzazione di una compilation intitolata appunto “CANTERA” e finanziata interamente dall’organizzazione composta dalle canzoni di 15 giovani artisti emergenti selezionati tra le centinaia di musicisti che partecipano all`”open mic” nel corso della stagione.

Attorno all’evento si è creato un interessante network di partner che contribuiscono alla sua riuscita: le riviste musicali Cheapsound ed Exitwell Fattore C, trasmette l’evento in diretta streaming, Balcony Tv e la Vetrina.

Tra i promotori e organizzatori anche il cantautore Gianmarco Dottori e Valentina Correani, già presentatrice per programmi musicali di MTV e Rai2, alla conduzione.

Inoltre Spaghetti Unplugged è realizzato con il supporto tecnico di Your Music.

Quindi che aspettate? stasera tutti al Marmo Music Bar per tanta musica e una spaghettata di mezzanotte tra amici.

Silvia Rossi

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn