Home(A)IM in EuropeSTATO E FONDAZIONI BANCARIE IMPEGNATI CONTRO LA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE

STATO E FONDAZIONI BANCARIE IMPEGNATI CONTRO LA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE

STATO E FONDAZIONI BANCARIE IMPEGNATI CONTRO LA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE

STATO E FONDAZIONI BANCARIE IMPEGNATI CONTRO LA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE

L’IMPRESA SOCIALE CON I BAMBINI SI RACCONTA AI MICROFONI DI RADIO CLUSTER

 

L’impresa sociale Con i bambini è stata costituita nel giugno 2016 e nonostante il tempo relativamente breve trascorso dalla sua nascita ha operato alacremente ed è conosciuta, oggi, in tutta Italia.

E’ una società senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD e deputata ad attuare i programmi del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile, previsto dal Protocollo d’intesa stipulato tra le fondazioni bancarie, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Economia e delle Finanze e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Incaricata di gestire fondi governativi, li amministra in totale autonomia emanando bandi volti a finanziare i migliori progetti che propongono soluzioni alla povertà educativa minorile, problema troppo a lungo dimenticato.

La povertà infatti, non è solo un concetto economico, si tratta piuttosto di una condizione multidimensionale che investe diversi aspetti dell’esistenza ed è alimentata da un insieme di circostanze sociali. La povertà educativa, nello specifico, riguarda la carenza di opportunità di apprendimento, sperimentazione, sviluppo delle capacità, talenti e aspirazioni di bambini e adolescenti. E’ particolarmente insidiosa poiché alimenta la povertà economica e da essa viene alimentata, in un circolo vizioso e discriminante che potrebbe restare immutato per generazioni. Al contempo è insidiosa perché viene spesso sottovalutata da istituzioni, opinione pubblica e dalle stesse famiglie.

Il Fondo istituito allo scopo di contrastare questo fenomeno dispone di 120 milioni di euro l’anno, per tre anni. Tali risorse saranno erogate tramite bandi, attraverso l’operato dell’Impresa sociale Con i bambini che è incaricata di elaborare i bandi stessi, accogliere le proposte sul piano nazionale e regionale, valutarle ed erogare il finanziamento corrispondente, assistendo le Organizzazioni aggiudicatarie e seguendone i lavori anche in fase di implementazione.

Molta attenzione viene dedicata alle proposte progettuali improntate alla condivisione della responsabilità educativa tra Enti pubblici e privati, Istituzioni, associazioni, società civile e Terzo settore che si impegnano nell’ampliamento dell’offerta di servizi rivolti a bambini e adolescenti, per arrivare alla costruzione della “comunità educante”. Si tratta di un concetto che ci sta molto a cuore poiché implica una responsabilità collettiva e diffusa, non solamente demandata alla scuola, di prendersi cura delle giovani generazioni ed educarle a prescindere dalle condizioni di disponibilità economica delle famiglie, basandosi sul concetto di equità.

Due Avvisi, uno rivolto alle iniziative dedicate alla prima infanzia e l’altro rivolto all’adolescenza, sono stati già pubblicati alla fine del 2016 e i progetti meritevoli hanno vinto il finanziamento; si apre adesso la fase operativa. Il bando Nuove generazioni, dedicato alla fascia d’età 5-14 anni che rimaneva fuori dalle call precedenti, è stato pubblicato a settembre 2017. Le diverse proposte progettuali sono state raccolte e sono ora in fase di valutazione, ma ovviamente le attività di Con i bambini non finiscono qui. Per restare informati sulle numerose iniziative consultate il sito www.conibambini.org e la Pagina Facebook che viene costantemente aggiornata.

Di questo e di molto altro abbiamo parlato con il Coordinatore delle Attività Istituzionali dell’Impresa sociale Con i bambini, il Dottor Alessandro Martina, che ci ha dedicato il suo tempo nel corso di un’intervista telefonica.

Per ascoltare la puntata della rubrica (A)IM in Europe basterà aprire il seguente link al podcast.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn