Home(A)IM in EuropeIl Fekat Circus e L’African Circus Arts Festival

Il Fekat Circus e L’African Circus Arts Festival

Il Fekat Circus e L’African Circus Arts Festival

Il Fekat Circus e L’African Circus Arts Festival: l’arte circense che fa bene al corpo e all’anima

Oggi ad (A)IM in Europe siamo felicissimi di ospitare Carole Madella del Fekat Circus: un progetto nato nel 2004 ad Addis Abeba da un gruppo di giovani etiopi appassionati alle arti circensi, che hanno deciso di utilizzare il circo come strumento di sostegno per la crescita individuale, sociale e artistica dei propri connazionali. La parola Fekat in amarico significa “fioritura” e rappresenta l’apice del processo evolutivo che il progetto del Fekat mette in moto per i partecipanti. I principi su cui si basa il Fekat Circus sono uguaglianza, libertà e partecipazione e l’obiettivo è favorire la diffusione dei valori di fiducia, autostima, consapevolezza nelle proprie capacità e rispetto. Il Fekat è uno spazio libero e creativo, un esperimento di socialità condivisa in cui ogni partecipante può esprimere le proprie opinioni e formarsi come individuo, nella speranza che gli insegnamenti tratti in ambito circense trovino un campo d’applicazione anche al di fuori. Le discipline circensi praticate sono: giocoleria, acrobatica, equilibrismo e contorsionismo.

Il Fekat ha all’attivo diversi progetti:

My Circus School prevede dei corsi di circo gratuiti rivolti ai bambini di Addis Abeba. I corsi sono aperti a tutti i ragazzi dai 6 ai 20 anni. Gli allievi sono suddivisi in due gruppi: i principianti e gli avanzati. I migliori del gruppo degli avanzati hanno la possibilità di diventare membri attivi del Fekat, futuri insegnanti e performer. I beneficiari della scuola di circo sono circa cento. Durante il periodo estivo, che coincide con la stagione delle piogge, la scuola è sostituita dal Summer Camp.

Smile’s Medicine Project nasce nel 2009 e consiste nello svolgimento di attività ludico-ricreative nei reparti pediatrici dell’ospedale pubblico Black Lion di Addis Abeba che ospita ogni anno circa centomila bambini. Le attività svolte sono animazione, ludoteca e clownterapia. Il ruolo efficace dell’equipe del Fekat è stato riconosciuto formalmente anche dal personale ospedaliero che a Maggio del 2014 ha firmato un documento che attesta l’efficacia della clownterapia.

Collaborazione in progetti locali di ONG o organismi internazionali. Gli interventi principali sono realizzati negli orfanotrofi e nei centri di detenzione minorile. Il Fekat si occupa dell’intrattenimento e dello svolgimento di attività ludico-educative con l’obiettivo di stimolare i beneficiari e coinvolgerli utilizzando un approccio informale. Le attività comprendono: laboratori circensi, corsi di danza, teatro e pittura e performance mirate a diffondere messaggi educativi.

Dal 2011 il Fekat Circus realizza tournée all’estero partecipando a festival d’arte circense con i propri spettacoli. Le tournée permettono l’autofinanziamento del progetto poiché sono una fonte di guadagno notevole. Nel 2015, Fekat Circus ha organizzato il First African Circus Festival, un evento unico perché per la prima volta 107 artisti circensi africani si sono incontrati e si sono esibiti su un palcoscenico africano. Ciò è stato reso possibile grazie alla fiducia e al sostegno offerti dal Fondo internazionale per la promozione della cultura dell’UNESCO, dal Fondo Principe Claus, dalla Fondazione Alta Mane ed altri. Al Festival hanno partecipato oltre 12.000 persone di tutte le classi sociali, dagli ambasciatori ai bambini di strada, per oltre tre giorni di esilaranti esibizioni in uno spazio pubblico nel cuore della capitale etiope, senza pagare alcun biglietto d’ingresso. A seguito del Festival sono stati organizzati due workshop e incontri per stimolare e promuovere ulteriormente gli scambi tra gli artisti e tra i manager.

L’African Circus Arts Festival mira ad attirare l’attenzione sulle arti circensi in Africa; potenziare i giovani artisti circensi africani in modo che possano avere impatto nelle loro comunità; promuovere scambi culturali tra le società circensi nel continente africano; stimolare lo sviluppo di un mercato circense in Africa.

Per saperne di più e scoprire informazioni sulla prossima edizione dell’African Circus Art Festival, ascoltateci in diretta alle 19.00, come sempre su Cluster Radio!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn